“Le farmacie non ce la fanno e chiudono”: quanto sono diventati più cari i medicinali in Russia in un anno

“Le farmacie non ce la fanno e chiudono”: quanto sono diventati più cari i medicinali in Russia in un anno

I farmacisti hanno riassunto i risultati del 2023. Se si considerano i “dati medi dell’ospedale”, i medicinali non sono aumentati più degli altri beni, perché l’aumento dei prezzi di alcuni farmaci ha superato il 50%. Ci sono anche problemi legati alla carenza di farmaci, e anche questo ha le sue ragioni.

18 gennaio 202412

In Russia i medicinali stanno diventando più cari, questo è un dato di fatto. Lo ha affermato il direttore generale del gruppo DSM Sergey Shulyak. Ma L’inflazione delle farmacie nel paese alla fine del 2023 non ha superato la cifra tutta russa del 7%: questi sono i dati di Rosstat.

I prezzi stanno aumentando

“Sì, alcuni farmaci in farmacia i prezzi sono aumentati non del 7%, ma del 50% o piùdetto in una conferenza stampa a NSN Sergey Shulyak. Le ragioni di questo aumento dei prezzi, secondo lui, sono l’allungamento della catena di approvvigionamento e i problemi con i pagamenti. A volte i produttori stessi gonfiano il costo dei farmaci se vedono che non hanno concorrenti.

L’analista lo ha notato I russi iniziarono ad acquistare medicinali sempre più costosi. Lo dicono i numeri: il mercato farmaceutico in confezioni è in calo, ma in rubli cresce.

È vero, osserva l’analista, questa tendenza è stata osservata per molto tempo. Le persone preferiscono medicine più moderne al banale citramone e al carbone attivo.

Continua la carenza di farmaci

L’esperto ha spiegato perché in Russia ogni tanto mancano alcuni farmaci. Sergei Shulyak ne è convinto le interruzioni dell’offerta sono legate specificamente alla situazione politica: molti produttori stranieri “scelgono il business piuttosto che la salute”.

“L’economia e la politica sono più forti della cura dei pazienti. È impossibile spiegare la mancata fornitura di medicinali alla Russia con altri fattori oltre a questi due. Tutti conoscono un farmaco antidiabetico mancante utilizzato per perdere peso. L’azienda manifatturiera ha triplicato la produzione globale nel 2023, ma non la fornisce alla Russia: viene data priorità alle forniture ad altri Paesi. Anche se, ovviamente, questa non è una tendenza generale”, ha detto l’esperto.

Secondo gli analisti, La Russia è ora attivamente impegnata nella sostituzione delle importazioni di medicinali.

“Non tutti i farmaci possono essere prodotti in Russia in un ciclo completo e in tutto il mondo c’è carenza di sostanze. È paradossale, ma ormai ovunque, per esempio, mancano decongestionanti e farmaci per la congestione nasale, proprio sotto forma di spray, perché non ci sono allegati. Esistono le gocce, semplicemente non hanno le stesse proprietà di consumo degli spray”, ha affermato Elena Nevolina, direttrice esecutiva del sindacato nazionale della Camera farmaceutica.

Le farmacie chiudono

Lo ha notato anche l’esperta farmaceutica Victoria Presnyakova Negli ultimi anni, le farmacie in Russia non portano più ai loro proprietari gli stessi profitti di prima. Il fatto è che il margine su medicinali e prodotti farmaceutici è ormai minimo e I costi della farmacia sono in costante aumento a causa della logistica e degli acquisti. La situazione è più difficile per quelle farmacie che operano in regioni lontane. Devono addirittura chiudere.

“In cinque anni, il numero di rivenditori indipendenti è diminuito del 25%. Speravamo davvero che il commercio online e le Poste Russe arrivassero lì, ma lì non arriva nulla e la fornitura di medicinali a queste regioni rimane un grosso problema”, ha affermato Victoria Presnyakova.